Guerra finale?

Lucifero di Ulisse Barbieri

Se qualcuno non se ne fosse accorto, siamo in guerra. Qualcuno si sta muovendo per sostituire l’Occidente, in piena crisi, nel dominio del mondo. Non sappiamo come la situazione evolverà. Se ascoltassimo la voce della storia, dovremmo credere che la vittoria alla fine premierà i popoli nuovi, più decisi e spietati. Ma oggi chi può dire chi sia più barbaro e spietato tra le forze in campo? Certo, nella guerra ideologico-religiosa, si può pensare che i nuovi aspiranti al potere globale abbiano dalla loro la forza del tempo e del numero, oltre a quella generata da un integralismo religioso assoluto, privo di sconti e di debolezze; ma troppe sono le variabili. Chi può dire quale sarà l’atteggiamento delle economie orientali; chi può conoscere quale ruolo potrà giocare la tecnologia, in tutte le sue forme?
Non abbiamo altre possibilità che stare a guardare, purtroppo da testimoni diretti, sperando che tutto non si concluda come in un film catastrofico, con l’annientamento della nostra imperfetta civiltà e con la Terra dominata da Lucifero, come in un vecchio libro di Ulisse Barbieri, ritrovato e digitalizzato, qualche anno fa, per la raccolta virtuale della biblioteca per cui lavoravo.

http://www.braidense.it/dire/lucifero/lucifero.html

Annunci

Informazioni su guido mura

Ho svolto varie attività: insegnante precario di lingua e letteratura italiana all'Università, bibliotecario, insegnante d'informatica, fotografo digitale. Ho pubblicato brevi saggi di letteratura e di varia cultura, in vari libri e riviste. Mi diverto a scrivere e pubblicare testi narrativi e poetici; talvolta compongo musica. Attualmente vivo a Milano. Gestisco il blog guidomura.wordpress.com - Ora mi trovate anche su Facebook, LinkedIn, Instagram, Google+, Pinterest e sul mio canale youtube.
Questa voce è stata pubblicata in idee, politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a Guerra finale?

  1. rossodipersia ha detto:

    Non alimentare le mie paure Guido, io me ne sono accorta e vivo nel terrore. Però ho scaricato il file… che dici, se lo leggo poi prometti di ospitarmi nel tuo bunker di saggezza?

    • guido mura ha detto:

      Le visioni apocalittiche ci terrorizzano dai tempi, appunto, dell’Apocalisse biblica. Tanti scrittori si sono poi ispirati a quei precedenti. Non solo scrittori di genere, ma anche il London della peste scarlatta, il Maupassant di Le Horla, in cui si assiste all’arrivo del successore dell’uomo, il Morselli di Dissipatio H. G., parlano di catastrofi, per non citare Stuparich o Shiel. Il buon Barbieri si limita a evocare una scena apocalittica, che non genera poi così tanto terrore. Fa più paura la realtà attuale, che non si sa bene a cosa ci condurrà. Qui nel bunker si dice, però, che comunque gli uomini un modo per sopravvivere a pestilenze e calamità finora l’hanno sempre trovato, e che presumibilmente un rimedio lo si escogiterà in qualche modo.

  2. cristina bove ha detto:

    sottoscrivo la richiesta di rossodipersia ad essere ospitatanel tuo bunker…
    intanto hai dato risalto alle mie ansie, ai pensieri neri che faccio fatica a eludere.
    credo proprio che stiamo vivendo in un periodo storico di transizione, e quelle forze diaboliche, non luciferune (portatrici di luce) ma quelle forze oscure che si oppongono alla conoscenza, che da sempre contrastano la luce.

    • guido mura ha detto:

      Il problema, cara Cristina, è capire dove stia la luce, perché tutti pensano di essere dalla parte giusta. Ogni fanatico è convinto che Dio stia con lui. Poi, quello che è bene per l’essere umano è bene anche per l’universo? Saremo sempre in grado di discernere, chiusi dentro il bunker della ragione?

      • cristina bove ha detto:

        profonda riflessione, Guido, a me che sono agnostica e contraria ad ogni fanatismo, il concetto di un Dio che parteggia per chi gli pare, fa semplicemente ridere.
        e sono convinta che l’universo non è in funzione dell’uomo, anzi, che l’uomo sia solo una casualità malriuscita di chissà quali forze di cui siamo manifestazioni e delle quali non possiamo conoscere che le briciole del nostro pensiero.

  3. melogrande ha detto:

    Come in ogni guerra, sono i più cinici ad avvantaggiarsi.
    Quatta quatta, la Cina è da oggi la più grande economia del pianeta…

    • guido mura ha detto:

      Potrebbe essere la Cina ad avvantaggiarsi della millenaria contrapposizione tra i popoli islamizzati dell’Africa e Asia e gli Europei. Cosa succederà però quando l’Islam fondamentalista si renderà conto dell’esistenza di un potere più forte e scarsamente permeabile alle idee islamiche, che non risiede più nel mondo occidentale ebraicizzato?

  4. anonimo ha detto:

    e acqua limpida non zampilla più.
    tutto è buio.
    buio totale.

  5. ventisqueras ha detto:

    ogni epoca storica ha il suo scontro di civiltà ma è ancora logico chiamarle così…civiltà, dico…si potrebbe pensare che il progresso dovesse condurre verso un’apertura mentale che conducesse diritta ai veri ed unici valori che contano nell’esistere l’amore e la pace, che poi sono quelli che ci fanno gustare a pieno l’esistenza in barba ai terrori del fondamentalismo e delle immorali prevaricazioni, ( da qualsiasi punto cardinale ci giungano)
    purtroppo l’angelo portatore di luce fu precipitato nel profondo degli inferi, perché lo smodato potere e la superbia sempre lì conducono… o no?
    bel pezzo meditativo
    buona giornata he he

    • guido mura ha detto:

      Lo scontro ha senso solo perché gli uomini hanno ancora la brutta abitudine di riunirsi in branchi o popoli o greggi, lasciandosi dominare da capi, religioni o ideologie. Non capiscono che esiste un interesse comune, superiore a tutti i piccoli interessi particolari di gruppo. Purtroppo l’uomo non ha ancora superato questo stadio e chissà se riuscirà a superarlo prima di autodistruggersi.

  6. tramedipensieri ha detto:

    Penso proprio di essermene accorta, in quella sensazione di paura e vuoto a leggere e guardare ciò che mi “circonda”.
    Basterà un bunker?
    Non so, capisco che il futuro è davvero un qualcosa di molto incerto e buio.

    • guido mura ha detto:

      ll bunker è quello della ragione, ma la ragione non sempre riesce a resistere all’irrazionale. Sono uno di quei pochi che da ragazzi hanno letto Voltaire, ma la nostra formazione non deve farci arroccare su posizioni di sterile presunzione. Dobbiamo ricordarci che tantissimi uomini non hanno letto nemmeno un libro, oppure uno solo, e quell’unico libro era il Corano o la biografia di Kim-il-Sung. Come porci di fronte a queste persone? Possiamo riuscire a convivere con queste realtà culturali?

  7. wolfghost ha detto:

    l’Una Bomber americano, scrisse nei suoi deliranti proclami contro la moderna civiltà tecnologica che “la tecnologia in mano all’uomo è come una bottiglia di vino in mano ad un ubriaco” 🙂 Credo fosse ben facile e scontato profeta. Di fatto, se proprio dovessi scommettere, lo farei sull’autodistruzione prossima della specie umana piuttosto che sulla vittoria della sua componente evolutiva-spirituale. Peccato che non potrei ritirare la vincita 🙂 Forse, se ci pensi, è così che deve essere: una specie diventa talmente dominante da mettere a rischio l’intero pianeta, dopodiché, il disegno stesso della Natura, non può che farlo scomparire prima che lui faccia scomparire, oltre a sé stesso, tutto l’universo (sicuramente prima o poi lo faremmo…). E si rinizia tutto da capo, magari con una specie completamente diversa 🙂
    Potrebbe essere, no? 😉

    http://www.wolfghost.com

    • guido mura ha detto:

      Non so se si debba sperare in uno sviluppo evolutivo dell’uomo e nel predominio della sua componente spirituale. Molto più modestamente, mi auguro che prevalga una cultura del buon senso, che faccia capire che la sopravvivenza non può essere garantita attraverso lo scontro, attraverso l’annientamento fisico e culturale di un avversario.

  8. stileminimo ha detto:

    Io da un po’ mangio vermicelli di riso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...