Senza eco

eco_semiotica

 

Un altro se n’è andato, di una generazione che ha costruito tanto, quanto a produzione culturale, ma che ha commesso tanti tragici errori in termini di valutazione della realtà. Eco ha elaborato saggi geniali, un trattato di semiotica generale che riusciva persino a essere divertente. La sua produzione saggistica è stata quella che ha influito anche su chi, come me, ha avuto la fortuna, ma anche il demerito, di appartenere alla generazione successiva. Della sua arte narrativa rimane un best-seller mondiale, Il nome della rosa, libro costruito giocando abilmente (anche troppo) con motivi tradizionali, legati agli schemi del genere poliziesco, ma di cui sono apprezzabili (e per certi versi sublimi) soprattutto le digressioni storico-filosofiche, quelle che molti fruitori avranno sicuramente saltato nella lettura. Il suo libro più autentico è La misteriosa fiamma della regina Luana, in cui affiorano pezzi della storia e delle predilezioni dell’autore. Il suo libro più sconcertante è probabilmente Il cimitero di Praga. Romanzo incongruente e gelido, inconsistente sotto il profilo narrativo, che però esprime benissimo l’ambiguità della storia (e della conoscenza storica) e che rappresenta forse la tragica confessione dell’inadeguatezza dell’intellettuale dei nostri tempi, la sua incapacità di comprendere la verità e di fungere da guida a un gregge umano condizionato da fatti e misfatti sconosciuti e inconoscibili.

Annunci

Informazioni su guido mura

Ho svolto varie attività: insegnante precario di lingua e letteratura italiana all'Università, bibliotecario, insegnante d'informatica, fotografo digitale. Ho pubblicato brevi saggi di letteratura e di varia cultura, in vari libri e riviste. Mi diverto a scrivere e pubblicare testi narrativi e poetici; talvolta compongo musica. Attualmente vivo a Milano. Gestisco il blog guidomura.wordpress.com - Ora mi trovate anche su Facebook, LinkedIn, Instagram, Google+, Pinterest e sul mio canale youtube.
Questa voce è stata pubblicata in commenti, letteratura, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Senza eco

  1. graziagardenia ha detto:

    Come sei bravo e originale sempre, Guido !

    • guido mura ha detto:

      Ciao, Grazia. Credo che il merito sia di mia nonna, che mi ha insegnato a non copiare mai e a pensare con la mia testa. Oggi a scuola non insegnano a elaborare un pensiero, ma a sottolineare le parti “rilevanti” del pensiero degli altri. Da qui alla cultura del copia-incolla il passo è breve. Si favorisce la costruzione del “cretino”, magari erudito, ma pur sempre cretino, cioè l’intellettuale che vive di citazioni, incapace di generare un proprio pensiero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...