Libri di speranza e disperazione

jorgxblog

Disperazione per l’inconoscibilità del reale, per la sua presenza immotivata, e speranza dovuta a una visione progressiva della storia, sono i presupposti dei miei ultimi testi narrativi, pubblicati nella Collana Nuove Luci di Amande. La ricerca di una verità e di un significato che conduce al rovesciamento delle apparenze e delle convinzioni in Un giorno la nebbia; La ricerca di una dimensione mitica che si aprirà alla fine in una nuova prospettiva per l’umanità, al di là delle oscure ossessioni che ci spingono ad agire, in Jorg e il reale impossibile. Quest’ultimo libro incomincia il suo percorso, alla ricerca dei suoi lettori. Tra qualche giorno sarà disponibile anche nelle librerie on-line, per ora è possibile comunque ordinarlo nelle librerie tradizionali, tramite l’ISBN 978-88-97681-47-2

Annunci

Informazioni su guido mura

Ho svolto varie attività: insegnante precario di lingua e letteratura italiana all'Università, bibliotecario, insegnante d'informatica, fotografo digitale. Ho pubblicato brevi saggi di letteratura e di varia cultura, in vari libri e riviste. Mi diverto a scrivere e pubblicare testi narrativi e poetici; talvolta compongo musica. Attualmente vivo a Milano. Gestisco il blog guidomura.wordpress.com - Ora mi trovate anche su Facebook, LinkedIn, Instagram, Google+, Pinterest e sul mio canale youtube.
Questa voce è stata pubblicata in letteratura, Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Libri di speranza e disperazione

  1. tramedipensieri ha detto:

    Temi attualissimi che coinvolgono…
    buone cose Guido 🙂

    • guido mura ha detto:

      Soprattutto non si può vivere con la prospettiva della catastrofe prossima ventura. Non si può scrivere solo di un futuro distopico e orrorifico. In fondo in fondo si deve sperare nella scienza e nella sua capacità di risolvere i problemi sociali e politici, compresi quelli prodotti dallo stesso eccessivo sfuttamento del pianeta.

      • tramedipensieri ha detto:

        Il problema è che non danno spazio ne risorse alla ricerca….
        I sogni, già…credo che ai giovani (e ai non giovani) soprattutto …abbiamo levato i sogni.
        E anche altro…in verità

  2. guido mura ha detto:

    La cosa tragica è che è sempre mancata la progettualità (e il senso del limite). Si è puntato solo su quello che pareva garantire un guadagno sicuro: automobile, edilizia, petrolchimica, dimenticando tutto il resto. Oggi cominciamo a svegliarci, ma forse è un po’ tardi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...